Search

La conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale

Le cellule staminali sono cellule indifferenziate, capaci di dare origine a tutti i tipi di cellule del corpo e di autorigenerarsi.

Esistono vari tipi di cellule staminali, classificate a seconda della loro sede di origine, ad esempio quelle embrionali (il cui prelievo e utilizzo causa grandi problemi etici), quelle adulte prelevate ad esempio dal midollo osseo e quelle cordonali, prelevate dal sangue del cordone ombelicale. Le staminali cordonali sono un grande strumento terapeutico grazie alle loro caratteristiche rigenerative e immunologiche.

Il prelievo del sangue cordonale viene effettuato in modo semplice ed indolore al momento della nascita del bambino tramite l’utilizzo di una siringa che trasferisce il campione all’interno di una sacca che viene poi spedita alla biobanca destinata alla conservazione. Il trattamento di alcune patologie tramite il trapianto di cellule staminali del cordone ombelicale si può effettuare sia sullo stesso donatore (trapianto autologo) sia su un paziente con un legame di parentela con il donatore o compatibile con il campione (trapianto allogenico).

Ogni anno in Italia più del 95% di cordoni ombelicali vengono gettati via, nonostante il sangue cordonale venga usato per il trattamento di oltre 80 malattie, tra cui leucemie e linfomi1.

In Italia la conservazione delle cellule staminali del cordone ombelicale è regolamentata dal Ministero della Salute con il decreto del 18 Novembre 2009 “Disposizioni in materia di conservazione di cellule staminali da sangue del cordone ombelicale per uso autologo-dedicato”1.

Esistono due modalità di conservazione delle staminali cordonali: la conservazione privata e la donazione alle banche pubbliche.

Nel rispetto della normativa attualmente in vigore, la conservazione privata permette di conservare il sangue cordonale in biobanche private all’estero. In Italia, invece, sono presenti biobanche pubbliche, cioè strutture nelle quali vengono raccolti campioni di sangue del cordone ombelicale che le famiglie scelgono di donare.

Se la scelta ricade sulla conservazione privata delle staminali cordonali, il donatore e la sua famiglia mantengono la proprietà del campione, che può immediatamente rientrare in Italia in caso di necessità per un utilizzo a fine autologo o allogenico.

Se la scelta, invece, ricade sulla donazione pubblica, il donatore perde la proprietà del campione di sangue cordonale, che viene messo a disposizione di qualsiasi paziente compatibile che abbia la necessità di un trattamento con cellule staminali.

La scelta di conservare o donare le cellule staminali del cordone ombelicale del proprio bambino è una decisione molto importante, per questo è essenziale ricevere tutte le informazioni utili per poter scegliere consapevolmente.


Fonti

1. Decreto Ministeriale 18 novembre 2009 "Disposizioni in materia di conservazione di cellule staminali da  sangue del cordone ombelicale per uso autologo-dedicato”


Contatti

Email: sarapannacci@hotmail.it
Tel: 345.3364901

Dove trovarmi

Centro polifunzionale Donna+
Via Gerardo Dottori 71, San Sisto
Virgin Active Perugia
via Centova, San Sisto

Centro Panoma
Via Los Angeles 157, Santa Maria degli Angeli
Piscina comunale
Via Hochberg, Bastia Umbra
Copyright 2019 by Dott.ssa Sara Pannaci Ostetrica Termini Di Utilizzo Privacy
Back To Top